INSIGHTS

Focus On: Transizione energetica e digitalizzazione

Abbiamo chiesto al Professor Gianni Campatelli, docente di Ottimizzazione ed Innovazione dei Processi Produttivi presso il Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università degli Studi di Firenze, nonché referente per la macroarea BiG “Transizione energetica e digitalizzazione” di parlarci dell’obiettivo del Corso.

Innanzitutto Professore, ci spiega in che modo il tema della transizione energetica è collegato a quello della digitalizzazione?

Per le aziende intraprendere percorsi di transizione ecologica significa andare verso la riduzione del proprio impatto ambientale mentre attuare la digitalizzazione significa migliorare e semplificare i processi produttivi. Entrambe queste linee d’azione, per essere calate nelle singole realtà produttive, necessitano di una leadership consapevole, capace di interpretare il cambiamento e compiere le scelte opportune.

In che modo il programma formativo BiG è di supporto a questo?

Il Corso BiG è stato pensato per fornire ai manager strumenti e conoscenze che li aiutino a valutare, strategicamente, le opzioni e le opportunità più profittevoli per l’azienda che vuole affrontare queste trasformazioni.

Si tratta di un’evoluzione complessa per le grandi come per le piccole imprese?

Naturalmente le ‘grandi’ possono contare su una struttura organizzativa e su responsabili ICT che permettono loro di esplorare, testare e mettere a punto la soluzione migliore. Al contrario le PMI si trovano ad agire spesso in emergenza, non avendo un team dedicato e le competenze necessarie.

Quali sono gli errori più frequenti per un’impresa?

Le difficoltà e gli errori sono uno strumento di apprendimento importante per questo anche a lezione illustriamo molti esempi di insuccesso. Ad esempio, quando si avviano processi di digitalizzazione il tema della cyber security viene spesso trascurato e, anche grazie ai professionisti di Thales che partecipano alla docenza, analizziamo i rischi effettivi di una mancata pianificazione della sicurezza.

Ci possono essere rischi anche in una mancata transizione energetica?

Ci saranno sempre più vincoli esterni e normativi che spingeranno le imprese ad adottare soluzioni sostenibili, andando verso il riuso delle risorse, la riduzione dei consumi e l’approvvigionamento da fonti energetiche ‘pulite’ (si veda ad esempio il Green Deal europeo). Gli imprenditori che non si muovono adesso in questa direzione, rischiano di essere svantaggiati in futuro e perdere delle opportunità di sviluppo.

Questa tendenza è inarrestabile?

Il costo dell’energia sta crescendo e questo trend probabilmente non si arresterà nel prossimo futuro. Bisogna inoltre pensare che la transizione ecologica e la digitalizzazione, quando ben gestite, portano a profondi miglioramenti in termini di efficientamento e questo, a sua volta, produce soddisfazione e una più alta qualità del lavoro. Questa è un’altra grande opportunità che ha a che fare con la valorizzazione delle competenze e delle persone all’interno dell’impresa.

Per approfondire tutte le materie contenute in questa area e scoprire il profilo dei docenti, vai su:

Tags:
Competitività Delle Imprese
digitalizzazione
Imprenditoria
leadership
transizione ecologica
Transizione Energetica

Scegli il tuo percorso

E rendilo grande insieme a noi

Sei un'azienda?

Investi sulle competenze del tuo team
e fai crescere la tua impresa
Scopri

Sei un manager?

Rafforza la tua capacità di fornire soluzioni adeguate
alle sfide del presente
Scopri